Il Comune aggiorna il piano anticorruzione

Dalle interviste ai cittadini in visita nei cimiteri per valutare la qualità e il funzionamento dei nuovi appalti nel settore, al rafforzamento delle procedure di lavoro nei servizi di sorveglianza e sicurezza del patrimonio museale, con particolare attenzione alle modalità di gestione dei sistemi antintrusione e ai piani di emergenza per la salvaguardia delle opere; dalla co-progettazione tra Comune e operatori del terzo settore per la realizzazione degli interventi dedicati all’infanzia e all’adolescenza in base alla legge 285, all’introduzione di una procedura standard per l’adesione di Milano ai programmi di finanziamento dell’Unione europea: sono alcune delle novità introdotte dal Comune di Milano nel Piano triennale anticorruzione.

A un anno esatto dalla sua adozione (avvenuta il 31 gennaio 2014), il Piano anticorruzione è stato aggiornato dalla Giunta di Palazzo Marino in seguito a un lavoro di “mappatura” del rischio coordinato dal Segretario generale, quale responsabile comunale per la prevenzione della corruzione.

A seconda della valutazione del grado di esposizione al rischio nei diversi ambiti di attività, sono stati inseriti ex novo o integrati i modelli operativi di prevenzione e gestione del rischio stesso, mentre in numerosi casi si è proceduto alla conferma e alla maggiore diffusione della conoscenza dei modelli già esistenti.

In particolare, nell’aggiornamento del Piano si è puntato allo sviluppo delle piattaforme informatiche in alcuni ambiti – tra cui l’occupazione di suolo pubblico, il governo del territorio, la mobilità – per rendere ancora più efficienti, tracciabili e trasparenti le procedure amministrative e garantire ai cittadini un migliore accesso ai servizi.

Altro elemento di novità riguarda i progetti per l’infanzia e l’adolescenza che rientrano nel campo di applicazione della legge 285, con l’introduzione di modelli operativi “standard” per la concessione dei contributi agli enti del terzo settore e per la realizzazione degli interventi.

L’aggiornamento del Piano, inoltre, si concentra sulle azioni di monitoraggio in tre diversi ambiti di verifica: l’insussistenza di cause di inconferibilità/incompatibilità degli incarichi dirigenziali; l’insussistenza dei divieti previsti per legge (decreto legislativo 165/2001) per i pubblici ufficiali che sono stati condannati, anche con sentenza non passata in giudicato, per i reati contro la pubblica Amministrazione; infine, per la verifica che i dipendenti cessati dal servizio negli ultimi tre anni non siano stati assunti né svolgano un incarico professionale presso i soggetti privati destinatari dell’attività della pubblica Amministrazione.

Viene così resa più efficace l’attuazione del Piano triennale, partecipato e condiviso da tutti i settori dell’Amministrazione, nei suoi obiettivi principali: ridurre le opportunità che si manifestino casi di corruzione e aumentare la capacità di individuarli, creare un contesto sfavorevole alla corruzione, consolidare tra i dipendenti la consapevolezza dei principi di etica e legalità dell’azione amministrativa.

Pubblicato in Domino | Lascia un commento

Freddo. Stanotte allertati servizi per senzatetto, più di trecento posti ancora liberi

Servizi per i senzatetto allertati. Il Centro Aiuto Stazione Centrale che nelle ultime ore ha ricevuto nuove richieste di accoglienza fa sapere che sono più di trecento i posti letto disponibili per questa notte. Il Centro rimarrà aperto fino a mezzanotte coordinando anche l’attività delle Unità mobili che saranno in strada per convincere chi ancora rifiuta un ricovero e assistere sul posto coloro che non vorranno in nessun modo andare in una struttura: gli operatori distribuiranno bevande calde, kit anti freddo, coperte termiche e sacchi a pelo. Invitiamo chiunque si trovi in difficoltà a rivolgersi agli operatori del Centro Aiuto o alle Unità mobili della Croce Rossa e degli altri enti e associazioni che presidiano il territorio. Le attività sono svolte in collaborazione con i mezzi del 118.
>
> "Abbiamo mobilitato operatori e volontari soprattutto per intercettare chi ancora non conosce i nostri servizi e non sa che è possibile trovare un posto letto per la notte" dice l’assessore alle Politiche sociali, Pierfrancesco Majotino. "Chiediamo a tutti i cittadini che vedono o conoscono persone in difficoltà di farci una segnalazione chiamando i numeri del Centro Aiuto, in questo modo potremo raggiungerli e portare loro assistenza e soccorso”.
>
> Il Centro Aiuto della Stazione Centrale è aperto tutti i giorni con orario prolungato dalle 8.30 alle 24 (il sabato e la domenica dalle 9).
>
> Per le segnalazioni è possibile chiamare questi numeri: 02/88447643 – 02/88447646 – 02/88447647 – 02/88447648 – 02/88447649.
>

Pubblicato in Domino | Lascia un commento

M4, al via le attività preliminari per la cantierizzazione

Parte lunedì 19 gennaio, con la posa delle segnaletiche stradali, la prima fase di cantierizzazione della tratta Tricolore-Argonne per la realizzazione di 4 fermate della nuova linea metropolitana M4 (Tricolore, Dateo, Susa e Argonne). Inizialmente le attività riguarderanno principalmente la recinzione delle aree, cui seguirà lo spostamento di alcuni sottoservizi (tubature dell’acqua e tratti della rete fognaria).

Nei primi giorni si svolgeranno le attività preliminari connesse alla realizzazione della stazione Dateo. In particolare, verranno poste le segnaletiche stradali per informare i cittadini che da lunedì 26 gennaio sarà chiusa al traffico via Nullo per consentire lo spostamento dei sistemi fognari. L’accesso alla strada sarà comunque garantito ai residenti. Altre segnaletiche verranno poste nelle vie limitrofe, dove verrà riorganizzata e ottimizzata la sosta. Nei prossimi giorni, inoltre, si prevede la consegna delle aree di cantiere di Argonne, Susa e Tricolore.

La prima fase dei cantieri non comporterà sostanziali modifiche sulla viabilità del quartiere. Anche quando apriranno quelli per la realizzazione della Stazione Tricolore, infatti, la viabilità su Corso Concordia, sarà garantita: per tutta la durata dei lavori la strada verrà semplicemente ristretta ad una corsia per senso di marcia.

Anche Corso Plebisciti, il cui parterre centrale sarà consegnato nei prossimi giorni e diventerà area di cantiere della stazione Dateo e del Manufatto Gozzi, vedrà un restringimento della carreggiata, ma rimarrà interamente aperto al traffico almeno fino alla fine dell’estate. Nessuna modifica, infine, per l’intera durata dei lavori, nel tratto di Viale Argonne.

Pubblicato in Domino | Lascia un commento

Milano, capitale dell’hockey per la sfida tra le mazze più forti d’Italia

Il grande Hockey arriva a Milano. Il 24 e 25 gennaio, presso il palazzo del ghiaccio Agorà, si disputerà la Final Four, la Coppa Italia del più nobile e antico degli sport su ghiaccio. A sfidarsi saranno Milano Rossoblu, Valpellice, Valpusteria e i campioni in carica del Rittner Buam (Renon, Alto Adige).

Per la città è un ritorno atteso da dieci anni, un riconoscimento importante per tutto il movimento dell’hocky milanese che dopo decenni di grandi successi aveva vissuto un lungo letargo. Oggi Milano si candida sul podio delle squadre più forti.

“La nostra città, dopo basket e pallavolo, ospita un altro torneo di importanza nazionale – commenta l’assessora allo Sport Chiara Bisconti – il miglior viatico per iniziare il nuovo anno sportivo. Il movimento degli sport su ghiaccio a Milano e nella sua area metropolitana è in costante crescita. Il lavoro fatto da Milano Rossoblu nel settore giovanile, con il contributo dell’Amministrazione, è importante e può diventare un modello. Non servono nuovi palazzetti del ghiaccio, l’area metropolitana può contare su tre strutture già esistenti come il Palasesto, Agorà e Forum, che devono essere messi a sistema e migliorati. Possiamo invece agire, insieme alla Federazione, su strutture leggere per avvicinare i giovani ai tanti sport del ghiaccio, dall’hockey al pattinaggio. Abbiamo visto crescere in questa edizione di Biancoinverno l’offerta di piste di pattinaggio che hanno avuto un grande successo. Così come tantissimi si sono avvicinati al curling e all’hockey stesso. Come amministrazione siamo impegnati, con tutti gli altri attori, a fare dell’area milanese il fulcro nazionale di queste discipline. La Final Four 2015 spero sia solo l’inizio di una lunga collaborazione e un punto di partenza” conclude Bisconti.

Pubblicato in Domino | Lascia un commento

Festa del Tricolore. Bandiere istituzionali in 500 luoghi della città

Mercoledì 7 gennaio la Festa del Tricolore sarà celebrata al Quirinale con una cerimonia di omaggio alla nostra bandiera. A Milano sono già 220 tra scuole, musei, biblioteche, uffici ed edifici pubblici gli spazi comunali presso i quali l’Amministrazione ha provveduto a installare le tre bandiere istituzionali di Europa, Italia e Comune di Milano. Prosegue quindi l’impegno che il Comune sta portando avanti da mesi e che continuerà anche nei primi mesi del 2015, fino a raggiungere ben 500 sedi.

Le tre bandiere istituzionali sono già state installate in molti edifici comunali: da Palazzo Reale al Comando dei Vigili in piazza Beccaria, dalle biblioteche alle scuole di ogni ordine e grado, dalla Casa delle Donne agli uffici di Villa Schlieber, dall’aeroporto di Linate alla GAM Galleria d’Arte Moderna. In questi giorni sono stati installati in piazza Duomo (lato Portici meridionali) i supporti per le aste, mentre le tre bandiere istituzionali saranno esposte appena dopo le festività natalizie; è inoltre in fase di perfezionamento, previo parere della Soprintendenza dei beni storici e architettonici, l’installazione di tre pennoni esterni all’ingresso principale del Castello Sforzesco, presso la Torre del Filarete.

In parallelo all’attività di posa di aste, pennoni e bandiere, nei prossimi mesi prenderà avvio anche la fase di manutenzione per le bandiere già installate che, a rotazione, interesserà nuovamente tutte le 500 sedi coinvolte.
Grazie al progetto “City Dressing”, inoltre, il Comune sta “vestendo” le sue porte di accesso alla città, le cesate dei suoi cantieri, i mezzanini delle metropolitane e molti altri spazi di affissione con striscioni, stendardi, totem e manifesti per accogliere i suoi visitatori e raccontare loro l’Esposizione Universale che ospita dal 1° maggio al 31 ottobre 2015, così come ha fatto durante il Semetre Europeo raccontando la sua vocazione internazionale e il suo ruolo di Presidenza.
“Milano, The City of Expo”, “Benvenuti-Arrivederci”, “Goodbye- Welcome”, “Città del design”, “Città della cultura”, “Città dell’innovazione”, “Città dell’arte”, “Città della musica”, “Città della Moda”: questi alcuni dei messaggi che appariranno a breve in città, sventolando dai cavalcavia o pendendo dai parapetti di storici edifici: una campagna attenta e mirata, che accoglierà i visitatori in diversi punti strategici di ingresso alla città (tra questi viale De Gasperi, via Ripamonti, via Lorenteggio, via Palmanova, piazza Negrelli, piazza Axum, piazza Duca d’Aosta, Linate e la stazione Garibaldi), segnalando anche alcuni luoghi simbolo delle sue eccellenze (come Palazzo Reale, Museo del Novecento, Piazza della Scala), in modo da sottolineare il senso e lo spirito di alcuni spazi di Milano che sono stati importati per la sua storia, e che ancora lo sono per il suo presente e il suo futuro. Ad “Expo in città”, il palinsesto di iniziative, culturali e non solo, che accompagnerà la vita della città durante il semestre di Expo 2015, sarà dedicato uno striscione sul viale Forlanini.

Pubblicato in Domino | Lascia un commento

Asta aperta per 5 spazi commerciali. In 3 anni 70 nuove attività nei locali del Comune

Il Comune ha aperto un nuovo bando per assegnare spazi commerciali in diverse zone della città. Si tratta di 5 unità immobiliari, per un totale di 860 metri quadri, localizzate in via Albertolli (Zona 8, mq 466), via Bergamini (Zona 1, mq 60), via Borsieri (Zona 9, mq 221), viale Lombardia (Zona 3, mq 50), via Ortica (Zona 3, mq 61).

Tutti gli spazi avranno destinazione commerciale o ad uso uffici, ad eccezione, come per tutti gli altri bandi, delle attività di sexy shop, money transfer, phone center, sala giochi, centro massaggi, take away e kebaberie, agenzia di scommesse.
Nel bando anche 7 box in via Mincio (Zona 4) con metrature variabili dai 14 ai 26 metri quadrati.

Tutte le domande potranno essere presentate fino al 26 febbraio (entro le ore 12) e il giorno dopo verranno aperte le buste in seduta pubblica.

“Gli spazi del Comune – spiega l’assessore alla Casa e Demanio Daniela Benelli – rappresentano un’opportunità importante per creare o rilanciare attività commerciali. I nostri canoni sono spesso più sostenibili rispetto a quelli del mercato privato e questo favorisce, soprattutto nelle periferie, la rinascita del negozio di vicinato e di quartiere. Inoltre, quando una gara con destinazione commerciale va deserta per due volte, destiniamo quello spazio alle associazioni, sempre attraverso il meccanismo dell’asta pubblica e con assegnazioni gratuite. Il nostro obiettivo è che ci siano sempre meno spazi vuoti in città: vogliamo che i locali del Comune siano considerati un bene strumentale per realizzare un progetto per tutti, piuttosto che luoghi chiusi al pubblico”.

Sono circa 70 le nuove attività commerciali che, negli ultimi 3 anni, hanno già aperto i battenti nei locali di proprietà del Comune o stanno per farlo. È questo l’esito dei 22 bandi che l’Amministrazione ha aperto tra il 2012 e il 2014 per assegnare spazi vuoti e disponibili.
> Le unità assegnate si trovano in tutte le Zone della città e ospitano le tipologie commerciali più diverse: per la gran parte si tratta di attività alimentari (bar e ristoranti), ma ci sono anche laboratori artigianali, sartoria, ferramenta, parrucchiera, agenzia immobiliare. Diverse anche le sedi di uffici. Senza dimenticare le 5 librerie aperte grazie alla riduzione del canone di locazione del 40% voluta da questa Giunta per sostenere il settore.

Pubblicato in Domino | Lascia un commento

La prima neve su Milano. Precipitazioni fino alle ore 16

Il Centro operativo comunale (Coc, composto da Comune di Milano, Protezione civile comunale, Polizia locale e Amsa) sta proseguendo il monitoraggio sul territorio della città interessata dalle ore 10 di stamani da precipitazioni nevose di bassa entità e che finora non hanno causato accumuli in sede stradale. Secondo le ultime informazioni fornite dal Centro Funzionale Meteorologico della Lombardia i fiocchi di neve, in alcune zone della città già misti ad acqua, continueranno a cadere su Milano sino alle ore 16 per poi diminuire. La fine dell’allerta è prevista per le mezzanotte di oggi.
Polizia Locale, AMSA e una squadra della Protezione civile sono in monitoraggio territorio per accertarsi di eventuali accumuli in periferia ed effettuare, dove necessario per la sicurezza stradale, alcune operazioni mirate di salatura. Per ora nulla però nulla di rilievo è stato registrato.

Pubblicato in Domino | Lascia un commento

Senzatetto: più di 2.000 posti disponibili, 200 ancora liberi

Servizi per i senzatetto allertati da stasera per far fronte all’arrivo del freddo e di una possibile nevicata. Il Centro Aiuto della Stazione di via Ferrante Aporti 3 (angolo viale Brianza) anche oggi rimarrà aperto fino a mezzanotte per coordinare le attività delle unità mobili notturne, per registrare e inviare nei ricoveri della città chi ancora non ha un posto dove dormire. Più di 2.000 i letti disponibili al momento, di cui circa 200 ancora liberi. Il numero crescerà gradualmente nelle prossime settimane fino a raggiungere, come lo scorso anno, 2.700 posti. Oltre ai senzatetto la scorsa notte nelle strutture sono stati ospitati circa 600 profughi siriani 335 dei quali giunti a Milano tra la vigilia di Natale e ieri sera.
Invitiamo chiunque si trovi in difficoltà a rivolgersi agli operatori del Centro Aiuto o alle unità mobili diurne e notturne della Croce Rossa e di altri enti e associazioni che presidiano il territorio.
"Con l’arrivo del freddo abbiamo mobilitato operatori e volontari soprattutto per intercettare chi ancora non conosce i nostri servizi e non sa che è possibile trovare un posto letto per la notte" dice l’assessore alle Politiche sociali, Pierfrancesco Majorino. "Chiediamo a tutti i cittadini che vedono o conoscono persone in difficoltà di farci una segnalazione chiamando il Centro Aiuto, questo piccolo gesto ci permetterà di intervenire tempestivamente”.
>
> Il Centro è aperto tutti i giorni, anche durante le feste, con orario prolungato dalle 8.30 alle 24 (il sabato e la domenica dalle 9). Per le segnalazioni è possibile chiamare questi numeri: 02/88447643 – 02/88447646 – 02/88447647 – 02/88447648 – 02/88447649.
Per chi tra i senzatetto sceglie di rimanere per strada, non accettando l’accoglienza offerta in una struttura, l’assistenza è portata ogni notte dagli operatori e dai volontari che distribuiscono coperte, sacchi a pelo e bevande calde. Nei casi più critici incontrati è richiesto l’intervento del 118.

Pubblicato in Domino | Lascia un commento

Comune, fino all’ Epifania 5.000 pasti a domicilio per gli anziani soli

Cinquemila pasti a domicilio, oltre a quelli consegnati ogni giorno durante tutto l’anno, per stare vicino agli anziani che vivono da soli e che durante le feste potrebbero trovarsi in difficoltà. Per la prima volta l’Amministrazione comunale ha disposto tra Natale e l’Epifania il rafforzamento del servizio di assistenza quotidiana, dando risposta anche a una richiesta della consigliera comunale, Rosaria Iardino. Dopo i 579 pasti consegnati a Natale, il servizio continuerà sino al 6 gennaio.
>
> "Molti anziani in questi giorni di festa – spiega l’assessore alle Politiche sociali, Pierfrancesco Majorino – sentono ancora di più la solitudine aumentando la loro fragilità. Per questo abbiamo deciso di intervenire predisponendo la consegna di 5.000 pasti a domicilio, un servizio che ci consente sia di far fronte al bisogno quotidiano di un pasto, sia di far visita ogni giorno a queste persone senza mai lasciarle sole. Per questo, dopo una prima sperimentazione nei giorni di Sant’Ambrogio, abbiamo deciso di proseguire con il servizio a domicilio anche in questi giorni di festa”.

Pubblicato in Domino | Lascia un commento

“I LAVORATORI DEL CIBO”. Una mostra sull’alimentazione nella Milano di Expo

Nell’ambito di Milano Cuore d’Europa e in omaggio al tema di Expo 2015 “Nutrire il pianeta. Energia per la vita”, è viene inaugurata giovedì 18 dicembre 2014 alle ore 18 al Museo del Risorgimento, la mostra “I LAVORATORI DEL CIBO. Un racconto attraverso fotografie, parole e documenti”.
L’esposizione è realizzata da Archivio del Lavoro e Archivio storico della Same-Deutz Fahr con il contributo di Regione Lombardia e di CGIL FLAI – Federazione Lavoratori Agroindustria e il patrocinio del Comitato Scientifico EXPO 2015; CGIL – Camera del Lavoro di Milano e della Soprintendenza Archivistica per la Lombardia.

Il percorso tematico della mostra ben si sposa con il tema dell’esposizione internazionale, non tuttavia in funzione puramente rievocativa. Finalità del progetto espositivo è far conoscere l’identità culturale lombarda attraverso le condizioni di vita e di lavoro dei braccianti nel secondo Dopoguerra, recuperando le tradizioni e i mestieri tipici delle cascine milanesi: famigli, bergamini, cavallanti, braccianti e mondine.
Oltre ad affrontare in chiave storica i mestieri della campagna, la mostra stimola interessanti riflessioni sulle condizioni di vita e di lavoro nell’Italia della seconda metà del XX secolo, sull’acquisizione dei diritti attraverso le battaglie sindacali e, infine, sul processo di motorizzazione e innovazione delle campagne.

Il materiale esposto, sia fotografico sia documentale, è inedito e inesplorato, pertanto in linea con l’intento di riscoprire un patrimonio storico e culturale di prestigio. La documentazione storica proviene dall’Archivio del Lavoro e in particolare dal fondo del fotografo Silvestre Loconsolo e dalle carte della Federbraccianti. Completano l’impianto generale documenti e filmati dell’Archivio storico della Same-Deutz Fahr, indispensabili per descrivere la motorizzazione delle campagne.

“I documenti e le fotografie esposte in mostra raccontano una storia che non è patrimonio della sola CGIL, ma dell’Italia intera” – spiega Debora Migliucci, Direttore dell’Archivio del Lavoro – “un’Italia che le giovani generazioni conoscono attraverso i libri di storia, ma che fino a pochissimi decenni fa costituiva lo scenario naturale dei nostri nonni, se non dei nostri genitori, vera forza motrice di una nazione ansiosa di riscatto dopo il trauma della guerra”.

Pubblicato in Domino | Lascia un commento