A Milano si dice …

Va a Bagg a sonà l’òrghen!

Vai a Baggio a suonare l’organo

Una tipica espressione meneghina, usata ancora da nonni e tramandata a figli e nipoti, utilizzata per “togliere di mezzo” qualche millantatore o scocciatore. Mandandolo a fare una cosa impossibile.
Una tipica espressione che porta con sè la storia e la memoria di Baggio, quartiere a Sud di Milano che conserva ancora oggi una sua precisa identità in particolare nel suo antico borgo storico. Fin dal 1070 esisteva una piccola chiesa parrocchiale. Intorno al 1865, visto che la chiesetta di Sant’Apollinare era ormai insufficiente a contenere l’accresciuta popolazione, fu deciso di ampliarla. Si racccolsero i soldi sia per le opere in muratura sia per la costruzione di un organo che fosse il vanto dei generosi parrocchiani. Al termine dei primi lavori, però, ci si rese conto che tutti i soldi erano stati spesi ancora prima di aver acquistato l’organo. Poiché si stavano già organizzando i festeggiamenti per l’imminente inaugurazione,  per non deludere i donatori, si ricorse ad un trucco, passato alla storia. Un pittore dipinse sulla parete di fondo una serie di canne d’organo. Il detto Va a Bagg a sonà l’òrghen…qualche volta viene completato con la frase “
pitturaa in sul mur”.

https://dominocitta.files.wordpress.com/2013/03/leggenda_dell-organo2.jpg

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Domino. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...