Calcio: ancora una curva chiusa per razzismo, tocca all’Inter

Tre Curve chiuse in poche settimane. Sono le conseguenze del ‘pugno duro’ contro il razzismo che la Federcalcio ha deciso di adottare in questa stagione. Stavolta tocca all’Inter che avra’ la Nord vuota nella partita del 26 settembre contro la Fiorentina in seguito ai cori razzisti intonati in direzione di Pogba e Asamoah sabato scorso nel ‘derby d’Italia’. Il club ha ricevuto anche un’ammenda di 15mila euro per i laser utilizzati contro i giocatori e l’arbitro oltre che per uno striscione offensivo nei confronti di Conte.
E’ il terzo caso in brevissimo tempo dopo che la stessa sorte era toccata alla Lazio per quanto accaduto nella gara di Supercoppa Italiana, avversario la stessa Juventus, e alla Roma contro il Verona, per i cori riservati a Balotelli nell’ultima gara dello scorso campionato.

Il 4 giugno, infatti, il Consiglio Federale ha ratificato le modifiche in materia di giustizia sportiva e se prima i club avevano dei paracadute ai quali potersi aggrappare per evitare pesanti sanzioni (ad esempio l’annuncio attraverso lo speaker dello stadio) ora le conseguenze sono molto piu’ concrete. Chi fino allo scorso anno veniva punito con una semplice multa ora si ritrova senza la parte piu’ calda del tifo. Nel caso in cui i sostenitori nerazzurri dovessero avere lo stesso atteggiamento a Sassuolo domenica prossima o nelle gare a venire, la punizione sarebbe la chiusura dello stadio. Per i casi piu’ gravi e’ prevista anche la squalifica del campo, la penalizzazione in classifica e addirittura la sconfitta a tavolino o l’esclusione dal campionato. Tutte norme che sono state introdotte per venire incontro alla richiesta dell’Uefa, da anni molto meno permissiva contro determinati comportamenti.
Proprio la Lazio, punita dopo la Supercoppa, ha dovuto disputare due gare senza tifosi nell’ultima Europa League.

L’Inter ha invece chiuso la scorsa stagione come la prima squadra in Italia per multe ricevute (130mila euro) a causa del razzismo. In tutto la societa’ nerazzurra ha pagato 203mila euro nel 2013/2014 (le altre sanzioni hanno riguardato soprattutto atti di vandalismo). La Juventus ne ha dovuti pagare 327mila (prima in assoluto), la Roma 247mila. In tutto i club della massima serie hanno sborsato in una stagione circa un milione e mezzo di euro per le malefatte dei propri tifosi. Dati allarmanti e non troppo edificanti per il nostro calcio.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Domino e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...