L’esercito dei robot al Museo del Fumetto

Dal 26 ottobre  al 12 gennaio 2014 lo Spazio Wow, il Museo del Fumetto di viale Campania 12, ospita una mostra  dedicata al mondo dei robot. Dai fumetti all’animazione, dalla letteratura al cinema, l’esposizione ripercorre 100 anni di storia. Dai primi automi immaginati agli inizi del Novecento ai robot giapponesi che negli anni Settanta invasero le nostre tv, dalla letteratura di Asimov al cinema d’autore. Amici dell’uomo o macchine di distruzione, piccoli o giganteschi, con o senza anima, in mostra i protagonisti di migliaia di avventure senza tempo. Saranno esposte al pubblico tavole originali, edizioni di fumetti rare, giornali d’espoca, gadget, modellini di Lego, manifesti cinematografici originali, illustrazioni, figurine e molto altro.

LA STORIA DEI ROBOT – Era il 1920 quando nel copione della commedia teatrale R.U.R. Rossumovi univerzální roboti (titolo italiano “I robot universali di Rossum”) del commediografo ceco Karel Capek comparve per la prima volta la parola “robot”. Con questo termine venivano descritti gli esseri artificiali creati dell’uomo per svolgere lavori usuranti. Curiosamente nella pièce teatrale i robot non sono esseri meccanici, come saranno tutti i loro successori, ma uomini fatti nascere in laboratorio.

LA MOSTRA – L’esposizione si apre con una panoramica dedicata alla “nascita” del mito moderno dei robot, nella letteratura e attraverso le matite dei maggiori illustratori della fantascienza, da Kelly Freas a Chris Foss, da Karel Thole a Carlo Jacono, da Giuseppe Festino a Victor Togliani. Un’apposita installazione introduce le tre leggi della robotica ideate da Isaac Asimov, che intorno ad esse ha costruito molti dei suoi racconti e romanzi.  La parte centrale della mostra si concentra sul fumetto, il cinema e l’animazione, con un occhio di riguardo alle contaminazioni tra questi “mondi”.  Spazio anche al più famoso combattente di robot dei fumetti, ossia Magnus, eroe di un futuro in cui le macchine hanno preso il sopravvento, disegnato da Russ Manning, grande autore di Tarzan. Dagli Stati Uniti arrivano anche androidi dai sentimenti umani che si dedicano alla lotta contro il crimine, come Visione, membro degli Avengers insieme a Capitan America, Thor e Iron Man.
Non possono mancare poi i robot dei cartoni animati e dei fumetti, da Bender della serie animata Futurama ai personaggi apparsi sul Corriere dei Piccoli, fino al simpatico robot creato da Francesco Guccini e Bonvi per le Storie dello spazio profondo e agli uomini meccanici Made in Disney.

ALL’ESTERO – Dall’altra parte del mondo, in Giappone, il mondo viene difeso da crudeli invasori grazie a Mazinga, Goldrake, Jeeg, Gundam e i più giovani Patlabor (di cui è esposto un modello alto 4 metri!) e Evangelion.

FILMOGRAFIA – Il racconto dei robot protagonisti di pellicole cinematografiche di grande successo sarà affidato ai manifesti cinematografici originali provenienti dall’archivio di Fermo Immagine – Museo del Manifesto Cinematografico di Milano, da Metropolis a Terminator, da Wall.E all’ultimissimo Iron Man 3. In parallelo verrà inaugurata una mostra presso Fermo Immagine – Museo del Manifesto Cinematografico (via Gluck 45), dedicata a Star Wars, con particolare attenzione ai droidi che della saga di George Lucas.

Museo del Fumetto, dell’Illustrazione e dell’Immagine animata di Milano – Viale Campania 12 – Milano. Info: 02 49524744/45  Ingresso 5 euro (ridotto 3 euro)
Orario mostra: da martedì a venerdì, ore 15 -19; sabato e domenica, ore 15-20

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Domino e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...