Una mostra sul panino, dal sandwich alle rosette

A Pinocchio piacevano quelli imburrati sopra e sotto, Fellini preferiva le rosette con la mortadella, Comencini lo citò in “Pane amore e fantasia”, per i più giovani è sinonimo di hamburger. Per la prima volta viene dedicata una mostra al panino, mito e rito della società contemporanea. Dal 13 novembre al 28 febbraio presso l’Accademia del Panino Giusto, in un ex deposito Atm nei pressi della Bocconi, prende forma la rassegna ‘Tra i due, miti e riti del panino’, curata da Alberto Capatti, studioso di gastronomia, e dal filosofo Aldo Colonetti. Scopo dell’esposizione chiarire cosa sia successo nei 100 anni passati tra l’approvvigionamento di una recluta e l’esigenza di un frettoloso consumatore di oggi. E come e’ cambiato il rito del panino, secondo il gusto francese o americano, o in base alle diverse forme del pane religioso, fino al difficile tema della dieta. Conclude la mostra un video che ricostruisce con spezzoni di film, da “Pane amore e fantasia” di Luigi Comencini (1953) a “Pulp Fiction” di Quentin Tarantino (1994) la traccia cinematografica del panino.

Leggi anche LA MAPPA DEGLI HAMBURGER A MILANO

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Domino e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...