Al via la seconda edizione di Bookcity: e il “Codice di Leonardo” viene digitalizzato

Seicentocinquanta eventi in 180 location sparse per tutta la città. Torna a Milano nel fine settimana compreso tra il 21 e il 24 novembre l’appuntamento con Bookcity, la grande rassegna letteraria organizzata dal Comune di Milano in collaborazione con le fondazioni Rizzoli – Corriere della Sera, Giangiacomo Feltrinelli, Arnoldo e Alberto Mondadori, con la scuola per librai Umberto e Elisabetta Mauri e assieme a Camera di commercio, AIE (Associazione italiana editori), AIB (Associazione italiana biblioteche) e ALI (Associazione librai italiani).
Da giovedì a domenica, dal Castello Sforzesco fino alla Rotonda di Via Besana, tra vie e piazze, metropolitane e taxi, con un unico denominatore: il libro e la lettura. Una gigantesca festa popolare con 1.250 firme italiane e straniere, sotto l’ombrello di 215 case editrici.

“La mia Bookcity è cominciata oggi alle ore 9 dalla biblioteca di Rozzano, nell’area metropolitana milanese ma fuori dai confini della città, dove si è svolto uno dei primi appuntamenti dedicati agli studenti e agli insegnanti di questa giornata interamente dedicata alle scuole e che vede coinvolte oltre 950 classi”, ha raccontato l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno.

Un appuntamento importante di questa edizione di BookCity sarà al Castello Sforzesco,

“dove presenteremo il progetto di digitalizzazione del Codice Trivulziano di Leonardo da Vinci che per l’occasione di Bookcity verrà straordinariamente esposto al pubblico”, ha proseguito l’assessore.

Il Codice, infatti, per ragioni conservative, può essere esposto al pubblico se non per brevissimi periodi. Durante la kermesse letteraria verranno inaugurate le tre postazioni informatiche che consentiranno di sfogliarlo virtualmente tutto l’anno.  Il Codice autografo, conservato oggi presso la Biblioteca Trivulziana al Castello, racconta attraverso immagini e parole l’esperienza umana e intellettuale dell’artista durante gli anni del primo soggiorno milanese, dal 1487 al 1493 circa. Nel manoscritto trovano infatti posto disegni raffiguranti studi di fisiognomica, bozzetti architettonici per il Duomo e altri edifici della città, schemi di strumenti meccanici e macchine belliche, oltre a lunghe liste di vocaboli che documentano il tentativo dell’artista di arricchire il suo patrimonio lessicale impadronendosi di vocaboli derivati dal latino, per rivendicare la dignità scientifica del suo lavoro e accedere in modo più completo a scritti di umanisti e uomini di scienza.
Con Bookcity, tra gli altri, prende anche il via un nuovo format pensato per Expo, l’Agorà. Progettato da Michele De Lucchi e allestito nel Cortile delle Armi del Castello, lo spazio verrà utilizzato per la presentazione dei temi e dei progetti dell’Esposizione Universale, viaggiando poi in Italia e nel mondo per presentare gli eventi che scandiscono il percorso verso l’appuntamento del 2015. Il padiglione di forma dodecagonale è ispirato al pagliaio che, secondo il progettista,

“è un’immagine comune di positiva attenzione al pianeta e di rispettoso utilizzo delle risorse”.

Nell’Agorà andrà in scena, tra il 22 e il 24 novembre, “Assaggi di WE – Women for Expo”, che rappresenta la prima degustazione dei grandi temi dell’Esposizione Universale. Una ventina di scrittrici, attrici, artiste racconteranno le ricette della vita ovvero il proprio rapporto con la tavola, le proprie passioni culinarie e alla fine di ogni incontro il sapore della narrazione viene catturato in un assaggio offerto al pubblico.

Per il programma completo, CLICCA QUI

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Domino e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...