Quarto Oggiaro, i cani antidroga entrano nelle scuole vittime di bulli

A meno di tre mesi dall’uccisione di tre esponenti della criminalità a Quarto Oggiaro (tra i quali un boss dello spaccio di droga, Pasquale Tatone) e a due mesi dal caso di una scuola ‘ostaggio’ di studenti bulli  e spacciatori, la polizia ottiene un altro successo: un accordo con le scuole per la presenza di agenti negli istituti della zona con controlli antidroga e incontri con gli studenti.
Il via mercoledì 15 gennaio, con un gruppo di agenti del Commissariato di Quarto Oggiaro che sono entrati, in accordo con il preside, nell’istituto Marelli-Dudovich. Un controllo effettuato anche con cani antidroga, e anche nelle classi.

”Non un accertamento repressivo” piuttosto un modo di fare prevenzione, di ”far sentire che la polizia c’è e che i ragazzi possono rivolgersi a noi con fiducia”, aveva spiegato il dirigente, Antonio D’Urso.

Nei prossimi giorni le visite della Polizia di Stato nelle scuole di Quarto Oggiaro proseguiranno: gli istituti che hanno già dato via libera all’iniziativa sono infatti una decina.  Il 29 ottobre scorso un ex studente di una scuola superiore del quartiere, sostenuto da una ventina di studenti-bulli, era stato arrestato per aver messo in piedi un florido spaccio di hashish all’interno del ‘suo’ istituto.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Domino e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...