Expo, nasce il Centro internazionale sul diritto all’alimentazione

Expo, nasce a Milano il Centro internazionale sul dirittoIn vista dell’Esposizione Universale del 2015, è nato il “Centro internazionale di documentazione e studio sulle norme e le politiche pubbliche in materia di alimentazione”. Il progetto è stato promosso da Camera di commercio di Milano, società Expo 2015 S.p.A., Regione Lombardia e Comune. Il Centro promuoverà una stretta collaborazione con l’Unione Europea e con le Nazioni Unite con l’obiettivo di realizzare e far approvare convenzioni europee e multilaterali su regole e principi per il “diritto al cibo e al cibo garantito” in tutto il mondo. Il Centro, che avrà sede presso la Camera di Commercio di via Meravigli, avrà poi il compito di creare una banca dati di legislazione e giurisprudenza e di redigere studi e ricerche sulla policy in materia di alimentazione.
Al centro dell’incontro la firma di un protocollo di intesa, sottoscritto da Alberto Meomartini, vice presidente della Camera di commercio di Milano, Giuseppe Sala, amministratore delegato di Expo 2015 S.p.A., Roberto Maroni, presidente della Regione, Giuliano Pisapia, sindaco di Milano e Livia Pomodoro, presidente del Tribunale di Milano.

“Oggi il tema dell’alimentazione assume, anche in virtù di Expo 2015, un’importanza sempre più rilevante. Il nuovo centro sarà l’occasione per Milano di diventare punto di riferimento internazionale, in particolare per le imprese, in un settore significativo e legato all’immagine e alle tradizioni del nostro territorio”, ha sottolineato Meomartini, spiegando di non essere preoccupato dal nuovo governo. “Matteo Renzi si è dimostrato sempre molto attento alla qualità del Paese e quindi siamo certi che si occuperà anche di Expo”.

 Il Protocollo avrà durata sino al 31 dicembre 2015 in vista del consolidamento permanente del Centro. Entro 30 giorni sarà formato un Comitato di Coordinamento composto da 4 membri (oltre il presidente) per definire il funzionamento del Centro stesso. Il Comitato di Coordinamento sarà presieduto da Pomodoro.

“Il bene è un ulteriore bene immateriale di cui si dota Milano, per il pre e il post Expo. Il Centro aiuterà a stabilire regole chiare sul tema dell’alimentazione, che siano rispettate da tutti gli stati. Il progetto segue la mia visita a Joannesburg con la presentazione di una ‘food policy’ contro lo spreco per Milano e di una partnership con gli altri sindaci delle citta’ del Nord e del Sud del mondo sulle politiche del cibo sano”, ha detto Pisapia.

Il primo cittadino ha ricordato che oltre al tema della lotta per il cibo è fondamentale che vi sia anche quello del diritto al cibo, con regole e protocolli volti a sensibilizzare sul tema dell’alimentazione sana.

“Mettiamo a disposizione come Regione questo Protocollo che si aggiunge a quello contro la contraffazione e 126 mila euro perchè il Centro abbia il successo che merita”, conclude il numero uno di Palazzo Lombardia.

ASCOLTA LA MIA DIRETTA RADIFONICA DALLA CAMERA DI COMMERCIO (minuto 6.42)

Alimentari: in Lombardia interscambio da 11 miliardi Un quarto dell’import nazionale e quasi un quinto dell’export Milano prima sia per import che per export

Expo e imprese: il settore alimentare in Lombardia 72 mila imprese, 256 mila addetti Milano prima per commercio, Brescia per produzione

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Domino e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...