Via Adige, il giardino dedicato alle tre vittime del terrorismo

Targa“Con l’intitolazione del giardino di via Adige Milano ricorda tre vittime del terrorismo, tre cittadini che hanno pagato con la vita l’espressione delle proprie idee. I loro nomi sono oggi per tutti noi simboli di libertà: Domenico Bornazzini, Carlo Lombardi e Pierantonio Magri, tre giovani di 30, 34, e 35 anni, uccisi perché loro colpa, agli occhi degli assassini, fu quella di pensare e di parlare. Una colpa intollerabile per gli estremisti di ogni tempo. Un triplice delitto che si consumò qui, nel quartiere dove vivevano, a casa loro, tra gente amica”.  Così il Sindaco Giuliano Pisapia ha inaugurato l’intitolazione del giardino di via Adige alle tre vittime della strage del 1978, uccise  da due simpatizzanti di Prima
Linea dopo un diverbio. “La loro colpa agli occhi degli assassini era quella di pensare
e parlare. Un fatto intollerabile per degli estremisti”, ha detto Pisapia ricordando come Milano sia una ”città che ha rigettato e ripudiato il terrorismo”. Il Sindaco ha chiesto a nome di tutta la cittadinanza ”che lo Stato non dimentichi questa strage, dopo aver accertato la verità, faccia giustizia arrestando gli autori” del triplice omicidio ”troppo a lungo dimenticato”.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Domino e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...