RINASCE AREA EX VARESINE NEL SEGNO DELL’INNOVAZIONE

Skyline Porta Nuova

Consegnata l’area ex-Varesine. Aperto anche il percorso pedonale cittadino più lungo: 900 metri che consentono di passeggiare dalla Diamond Tower a piazza XXV aprile

“L’intera area delle ex Varesine  ritorna oggi ai milanesi e rinasce come luogo di innovazione  urbanistica, di architettura di alto livello. Una nuova area di 40.500 metri quadrati, uno spazio verde, il percorso pedonale piu’ lungo di  Milano consentono di fare una straordinaria passeggiata nello stile e  nella contemporaneita’ internazionale di Milano”. Lo afferma il  sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, in occasione dell’inaugurazione  di Milano Porta Nuova.
Secondo Pisapia “questo e’ un esempio di quello che si puo’ fare quando pubblico e privato collaborano facendo ciascuno al meglio il  proprio lavoro. Una collaborazione che va rilanciata nella trasparenza e all’insegna del bene comune. Milano sta rinascendo non solo qui a  Porta Nuova, ma in tanti quartieri, in tanti luoghi pubblici,  attraverso riqualificazioni nelle diverse zone di Milano. E’ la Milano che vogliamo per Expo e non solo per Expo, per i milanesi e per tutti  coloro che vengono a Milano per turismo o per lavoro”. Il completamento dell’area delle Varesine e’ stato ufficializzato col simbolico taglio del nastro mentre per l’apertura del ponte sopra Melchiorre Gioia, che collega piazza Gae Aulenti con la Diamond Tower (alle spalle di piazza della Repubblica), e’ stata organizzata una serata con Vogue Italia. “Stiamo parlando con la Camera della moda e la speranza e’ che questa zona si trasformi in un palcoscenico per la moda e il design italiani”, commenta Manfredi Catella, a.d di Hines Italia, che poi fa il punto sulle prossime tappe per il termine dei lavori, in tempo con l’avvio dell’Expo. Porta Nuova Isola – spiega il manager – verra’ completata a settembre e lo stesso mese verra’ conclusa la bonifica dei terreni dove sorgera’ il parco, nella cui realizzazione Hines conta di subentrare al Comune. Il gruppo immobiliare, che e’ stato affiancato dal Qatar nei fondi cui fanno capo le tre aree di Porta Nuova, ha intanto ricevuto offerte per rifinanziare il debito del progetto Garibaldi (proprietario della nuova sede di Unicredit) per oltre 3 miliardi di euro, vale a dire 7 volte l’importo richiesto. Sono 17 le banche italiane e internazionali che si sono fatte avanti proponendo condizioni vantaggiose “a dimostrazione dell’attrattivita’ del progetto Porta Nuova e la fiducia sull’Italia”, sottolinea Catella.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Domino. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...